L'Indonesia è formata dal più grande arcipelago del mondo, 13677 isole di varia dimensione di cui circa 6000 abitate. Le isole maggiori sono Giava, Sumatra, Kalimantan, Sulawesi (o Celebes) e Irian Jaya mentre una trentina sono gli arcipelaghi minori. Complessivamente il territorio indonesiano è di 1.919.440 kmq. di cui 1.826.440 kmq. terrestri e 93.000 kmq. acquei. Il territorio indonesiano si estende per quasi 5000 km da ovest verso est tra la penisola di Malacca e l'Australia dividendo l'Oceano Pacifico da quello Indiano; unici confini terrestri sono la Malesia e il Papua Nuova Guinea. Il paesaggio dell'Indonesia è caratterizzato da una linea continua di vulcani, in parte attivi e in parte estinti, che corre lungo la costa occidentale di Sumatra per proseguire attraverso Giava, Bali e Nusa Tenggara per poi girare lungo le isole Banda del Maluku e terminare nel Sulawesi nord-orientale. Alle catene montuose corrispondono in mare profonde fosse oceaniche. Nonostante la sua vasta popolazione e regioni densamente popolate, l'Indonesia possiede ancora vaste aree disabitate e selvagge, che sostengono una delle maggiori biodiversità del pianeta. Grandi sono le risorse naturali, in parte non ancora sviluppate, ma la povertà, all'inizio del secolo XXI, è ancora una realtà su vastissime fasce della popolazione.



Perché andare in Indonesia

  • Per vivere una vacanza al mare senza paragoni, fra spiagge attrezzate, come Kuta a Bali, e atolli selvaggi, come Gilli Island
  • Per visitare i grandiosi templi di Bali e il Borobudur di Giava
  • Per immergersi nella cultura di un popolo gentile e multietnico
  • Per passeggiare in mezzo alle verdi risaie delle isole
  • Per assistere ad uno degli spettacoli tradizionali accompagnati dalla dolce musica indonesiana