Viaggi alla scoperta del Cile, nel deserto di Atacama, i laghi e la Patagonia.

Il Cile è una lunga striscia di terra situata tra l’Oceano Pacifico che lo circonda ad ovest e le Ande che lo delimitano ad est, dal deserto di Atacama, il più secco del mondo, ai ghiacciai della Patagonia.Vulcani, foreste, fiumi e laghi rappresentano la possibilità per una reale esperienza a contatto con la natura. Inoltre regioni come la Patagonia, lo stretto di Magellano, la Terra del Fuoco, le Torri del Paine e l’Antartide sono luoghi dove la natura è ancora dominante e di forte attrattiva per qualsiasi tipo di viaggiatore. A circa metà strada tra il Cile e Tahiti, in mezzo all’Oceano Pacifico, si trova una delle isole più misteriose di tutto il mondo, Rapa Nui, nella lingua locale, ribattezzata Isola di Pasqua da un navigatore olandese nel 1722. È un autentico museo all’aperto con le sue enigmatiche statue di pietra, i cosiddetti Maoi, delle cui origini non si ha ancora oggi una spiegazione sicura.



ISOLA DI PASQUA

Rapa Nui nella lingua degli isolani è l’anello di congiunzione tra il Cile e la Polinesia, e per questo motivo viene anche chiamata l’Ombelico del Mondo. La scrittura e i moai, le gigantesche statue di pietra, rappresentano ancora oggi un mistero. Le statue, alte fino a 21 metri, sono state erette a centinaia in prossimità della costa con le spalle al mare. Questi idoli, i vulcani e la natura dell’isola giustificano pienamente una visita.

 

ANTOFAGASTA

Fondata nel 1870 conobbe un veloce sviluppo grazie allo sfruttamento delle miniere di salnitro,
collocata su una terrazza stretta tra il mare e le montagne con i suoi 250.000 abitanti è la capitale culturale ed economica del Grande Nord. Il centro storico è costituito da Plaza Colon con la Cattedrale, la Torre Reloj, la Pinacoteca Andres Sabella ed il Museo Regional de Antofagasta. Nella zona meridionale si trovano le rovine di Huanchaca, resti di un vecchio stabilimento di raffinazione dell’argento.

 

ARICA

Posta a circa 20 chilometri dal confine peruviano, Arica è fiorita grazie allo sfruttamento delle miniere di nitrato ed all’attività portuale. Sulla collina di El Morro si trova il Museo Historico Y De Armas. La città vanta due monumenti progettati dal famoso Ing. Gustave Eiffel: la Aduana (Casa della Cultura) e la Cattedral de San Marcos. Nella vicina Plazoleta Estacion è visibile la locomotiva che negli anni ‘20 collegava la città con La Paz e nella periferia a sud della città si trova il Poblado Artesanal.

 

CALAMA

Edificata vicino al fiume Loda e situata a circa 2.260 m s.l.m.; Calama è una città mineraria distante circa 214 km da Antofagasta, e ad oggi è il luogo di maggior attività estrattiva di tutto il paese. Nelle sue vicinanze si erge maestosa la miniera a cielo aperto di Chuquicamata, la più grande del mondo, da dove si estrae il rame.

 

CONCEPCION

Concepción è situata nel Cile centrale, lungo il Bio-Bio, un fiume lungo 360 km e che sfocia proprio in questa città; è la seconda città più popolosa della nazione. Concepcion vive del suo porto, della sua pesca e dell’industria che si è sviluppata nei sobborghi di Talcahuano e di Huachipato. Fiorente è soprattutto l’industria metallurgica e quella chimica, alimentate dal vicino bacino carbonifero di Aruaco. Eccellenti sono anche i suoi pascoli e le risorse idriche.

Fondata da Pedro de Valdivia nel 1550, fu capitale politica e militare del Cile fino al 1573. Purtroppo, nel 1751, un terremoto seguito da un violento maremoto ha distrutto la città. Concepcion è nota per la sua città universitaria, la cosiddetta università di Concepcion, presso cui hanno studiato molti degli appartenenti al Movimento della sinistra rivoluzionaria.

Alla fine del XX secolo e agli inizi del XXI secolo, ha subito una notevole trasformazione urbana e la sua immagine, che si è concentrata su siti storici della città come Piazza Indipendenza e la costruzione di altri come il nuovo Quartiere Civico.

Concepción, il cui motto comunale è "La capitale del Cile meridionale", è oggi una città moderna, con incremento di popolazione e realizzazione di nuove infrastrutture.

Nel 2010 la città viene gravemente danneggiata da un violenteo terremoto con epicentro posto a 115 km di distanza dalla città.

 

IQUIQUE

Capitale della omonima provincia, Iquique è una città portuale ricca di costruzioni risalenti al XIX secolo, molte delle quali dichiarate Monumento Nazionale. Le principali attività che hanno portato allo sviluppo della città di Iquique sSituata nel sud del Cile, Chiloè è un isola verde, ricca di acqua e foreste, separata dalla terraferma da un fitto arcipelago di isolotti e scogli. Con i suoi 9.000 kmq è la seconda isola più grande del Sud America. E’ un’isola rurale punteggiata da pittoreschi villaggi di pescatori e costruzioni su palafitte. Le sue città principali sono Castro e Ancud. Nella città di Castro, attorno alla classica Plaza de Armas possiamo ammirare l’Iglesias San Francisco; i due musei principali sono il Regional ed il Museo de Arte Moderna. Ad Ancud, vecchia capitale della provincia e sede vescovile, si può visitare il Fuerte San Antonio ed il Museo Regional Borquez Canora. ono legate principalmente al suo porto grazie ad una florida industria Ittica e di trasformazione, ed al commercio della sua Zona Franca.

ISOLA DI CHILOE

Situata nel sud del Cile, Chiloè è un isola verde, ricca di acqua e foreste, separata dalla terraferma da un fitto arcipelago di isolotti e scogli. Con i suoi 9.000 kmq è la seconda isola più grande del Sud America. E’ un’isola rurale punteggiata da pittoreschi villaggi di pescatori e costruzioni su palafitte. Le sue città principali sono Castro e Ancud. Nella città di Castro, attorno alla classica Plaza de Armas possiamo ammirare l’Iglesias San Francisco; i due musei principali sono il Regional ed il Museo de Arte Moderna. Ad Ancud, vecchia capitale della provincia e sede vescovile, si può visitare il Fuerte San Antonio ed il Museo Regional Borquez Canora.

 

SANTIAGO DEL CILE

Santiago è la capitale del Cile. Fondata in una posizione che offriva buone possibilità di difesa, essa si è estesa dapprima verso monte, sullo sperone di San Cristòbal, e nella zona delimitata da un’ansa del fiume Mapocho. In seguito lo sviluppo industriale e la forte immigrazione dalle campagne hanno dato un grande impulso alla costruzione di nuovi quartieri verso sud e est. Santiago, che conta quasi 4 milioni di abitanti, fu fondata nel 1541, da Pedro de Valdivia. Posizione geografica, centralizzazione del governo, convergenza delle strade e delle ferrovie, sviluppo demografico e industrializzazione sono gli elementi della prosperità della città. Santiago è situata nella Valle Centrale, fra le due cordigliere. La vicinanza delle zone agricole, dei centri minerari, e la possibilità di sbocco sull’Oceano Pacifico, vista la vicinanza di due ottimi porti, quali sono quelli di Valparaìso e di San Antonio, ne hanno favorito lo sviluppo urbano e quello industriale. A Santiago, che si estende ai piedi delle Ande, si può ancora intravvedere, nella prevalenza delle case basse, il passato coloniale; il centro con i suoi edifici di più di 10 piani e i sobborghi residenziali testimoniano la nuova vocazione di grande capitale. La zona in cui sorge Santiago gode di un clima di tipo mediterraneo, con frequenti piogge invernali ed estati calde e secche. Essa è resa fertile dai residui lavici delle eruzioni vulcaniche, oltre che dalla presenza di alcuni fiumi che facilitano l’irrigazione.

 

VINA DEL MAR

Fondata nel 1874 come luogo di villeggiatura, Viña del Mar è la principale località balneare del Cile. Si trova soltanto a circa 10 km a nord di Valparaíso ed è comunemente nota come la “Città Giardino”, per via del curato paesaggio subtropicale costituito da palme e banani.
Di grande rilevanza il museo Arqueologico Y Historia Francisco Fonck, l’acquario Municipal, il Museo Palacio Rioja, il Museo della Cultura del Mar Salvador Rejes ed il Museo Municipal de Bellas Artes.