La millenaria cultura di questo straordinario paese è caratterizzata dallo spirito frizzante e fortemente indipendente che contraddistingue i suoi abitanti: la peculiarità della sua storia, infatti, rende Cuba un gioiello di esperienze senza tempo, in grado di regalare emozioni fortissime per paesaggi, cultura, gente, musica e sapori. La Repubblica di Cuba è costituita da un arcipelago di 4.195 isole e isolotti minori, denominati “cayos” nella lingua locale, situato nei caraibi settentrionali. Le sue coste sono bagnate dalle acque del Mar dei Caraibi e dell’Oceano Atlantico, mentre l’influenza delle arie calde provenienti dal Golfo del Messico rendono il suo clima tipicamente tropicale.



L'Avana.

Fondata intorno al 1515, l’Avana è una delle più antiche città spagnole di Cuba. Oggi la città è la più grande e popolata dei Carabi ed è un microcosmo dove confluiscono tutti gli aspetti della cultura cubana, una tappa obbligatoria per conoscere e capire questo Paese straordinario. È come fare un viaggio nel passato con gli occhi rivolti verso l’avvenire, tra vicoli sconnessi e palazzi fatiscenti accanto ad altri che rivelano tutto il loro splendore grazie ad opere di restauro appena ultimate.

Uno degli aspetti più interessanti della città è l’architettura, in cui confluiscono diversi stili, da quello Barocco all’Art Nouveau passando per quello Coloniale che caratterizza “La Habana Vieja”, il bellissimo centro storico dichiarato dall’UNESCO Patrimonio Culturale dell’Umanità. Qui si trovano oltre 900 palazzi di elevato interesse architettonico ed archeologico risalenti ad un periodo compreso fra il XVI e la fine del XIX: luoghi pieni di fascino come la Plaza de la Catedral, la Plaza de Armas con le bancarelle di libri usati, il Castello de la Real Fuerza e il Palacio de los Capitanes Generales che oggi ospita il Museo de la Ciudad.

Innumerevoli preziose testimonianze sono custodite in questa parte della città fuori e dentro i suoi edifici, dove si trovano una miriade di musei, talvolta piccolissimi e insoliti, come il Museo de Automovil, il Museo de la Musica, la Casa del Habano, il Centro Wilfredo Lam per l’arte contemporanea, la casa natale di José Martí e tanti altri. La parte più moderna della capitale, chiamata “Habana Centro”, risale al 1920-1960 ed oggi è il cuore pulsante della città. Vi si trovano alcuni degli edifici più importanti di tutta l’isola, come il Gran Teatro de La Habana, il Capitolio Nacional, il Parque Central, che rappresenta il confine tra i due quartieri dell’Avana vieja ed Avana centro, la Real Fabrica de Tabacos Partagas, la più antica produzione di sigari della città, il Museo de la Revolución, il Barrio Chino, la Fuente de la India nel Parque de la Fraternidad, il Museo Nacional de Bellas Artes.
 

Cayo Largo.

Quello offerto da Cayo Largo è uno spettacolo unico al mondo. Acque calde e trasparenti, una barriera corallina piena di colori, una natura incontaminata e soprattutto un silenzio surreale, fanno da sfondo alla vacanza di ogni turista. Immerso in un paesaggio incontaminato e in un’atmosfera da sogno, Cayo Largo è un piccolo paradiso in mezzo al Mar dei Caraibi di appena 38 kmq,  la cui peculiarità sono litorali semi deserti dove si trovano le spiagge più belle di Cuba: bianche, finissime e lambite da un mare turchese, limpido e sempre caldo. Grazie alla sua particolare posizione geografica, vicino alle coste del sud di Cuba, gode di un clima favoloso, protetto dalle correnti oceaniche. La morfologie delle sue spiagge può variare secondo il periodo dell’anno a causa del fenomeno delle maree, sebbene nella parte sud sia meno evidente rispetto alle altre zone. L’isola appartiene all’arcipelago di Los Canarreos, una riserva naturale in cui l’uomo agisce nel pieno rispetto dell’ambiente per non alterarne la bellezza e l’autenticità, preservando così un ambiente naturale incontaminato, dove si possono ancora ammirare meravigliosi fondali corallini ricchi di pesci variopinti di inestimabile valore, un luogo dove trascorrere piacevoli momenti di tranquillità a stretto contatto con il mare ed il caldo dei caraibi.
 

Cayos Guillermo e Cayo Coco.

Cayo Guillermo è parte dello splendido arcipelago di “Jardines del Rey”, i cui cayos sono lambiti dalle acque turchesi tipiche di questa zona di Cuba. L’isolotto di Cayo Guillermo è grande solo 13 kmq, ma molto rinomato per l’acqua cristallina e poco profonda, per spiagge incontaminate di sabbia bianca intervallate da piccole scogliere che le donano un tocco di intimità. Meta prediletta per coloro che desiderano immergersi nella bellezza della natura, Cayo Guillermo è circondato da una delle più lunghe barriere coralline terrestri e offre la possibilità di dedicarsi a svariati sport acquatici, tra i quali la pesca, grazie alla presenza di laghi d’acqua dolce, come la Laguna La Redonda e la Laguna de la Leche facilmente raggiungibili nell’arco di una giornata in escursione.

Collegata a Cayo Guillermo grazie ad una strada sopraelevata vi è Cayo Coco, la quarta isola più grande di Cuba e la maggior destinazione turistica dopo Varadero. Il suo tratto di costa vanta 22 km di spiagge, caratterizzate da acque color verde-azzurro, la sabbia bianca e i fondali corallini, dove potere fare fantastiche immersioni per ammirare le meravigliose creature che abitano il mare. Gli eventi, le feste e i festival a Cayo Guillermo sono rappresentati dalle proposte che i pochi resort presenti nella zona offrono sulle spiagge. Essendo Cayo Guillermo uno dei cayo più vergini di Cuba, senza paesi e borghi, solamente boschi tropicali e splendide spiagge di sabbia, le festività tradizionali si svolgono nel vicino cayo di Cayo Coco e a Morón, municipio di cui fa parte Cayo Guillermo e tutto l’arcipelago di Jardines del Rey. Le feste che si celebrano a Playa El Paso o a Playa Pilar sono, tuttavia, degli eventi da non perdersi perché rappresentano un’occasione unica per vivere l’atmosfera cubana, con balli e musica senza sosta.
 

Varadero.

Varadero è una piccola penisola a nord di Cuba, rinomata per la sua bianchissima sabbia, il mare turchese e la città allegra sempre in festa, un luogo ideale per trascorrere vacanza rilassante ed allo stesso tempo molto vivace. Dal 1872 questa città è infatti il centro turistico più grande di tutti i Caraibi e per le sue strade hanno passeggiato dai facoltosi turisti americani ed europei di inizio secolo agli uomini della Rivoluzione. Una striscia di sabbia lunga 19 chilometri che si affaccia sull'acqua turchese dell'Oceano Atlantico e un'atmosfera dal vago accento retrò, fanno di Varadero una tappa obbligata per tutti coloro che desiderano toccare con mano la realtà cubana.

Il centro di Varadero, adagiato sull'estremità della penisola, offre la possibilità di visitare luoghi caratteristici come il Fuerte Español, la Iglesia de Santa Elvira, il Parque Josone, il Museo Municipal de Varadero, Villa Dupont e la Casa de l’Habano, ed è costellato di animatissimi bar dove degustare ottime qualità di rum e locali per ascoltare e ballare ogni tipo di musica locale, dalla salsa alla rumba, dal danzón alla conga. Inoltre Varadero sorge in posizione eccellente da cui partire per andare alla scoperta di alcune delle mete più interessanti dell’isola, come la capitale Avana e le città di Trinidad, Cienfuegos, Santa Clara, e la verdissima zona di Pinar del Rio.